La Polonia al primo posto nel Campionati Mondiali Di Cake Design Fipgc

Secondo posto per l’Italia, che vince anche il premio della critica.
Sul terzo gradino del podio sale il Perù.

Si chiama Jowita Woszczynska la nuova campionessa di Cake Design nei campionati organizzati dalla FIPGC, la competizione internazionale che si è svolta nell'ambito di Host Milano, il Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale.

Con una spettacolare interpretazione capace di unire la scienza di Copernico, l’arte di Malczewski, la musica di Chopin e le tradizioni del territorio, l’artista polacca conquista anche il premio come miglior torta da esibizione e quello per la miglior torta da degustazione.

1 posto Polonia Jowita Woszczynska 2019

Il secondo posto lo conquista l’Italia, con l’opera firmata da Manuela Taddeo, capace di ripercorrere attraverso composizioni in pasta di zucchero l’arte tricolore dal Rinascimento al Barocco, partendo da Caravaggio, passando per la Pietà e la Cappella Sistina di Michelangelo e arrivando fino a Bernini e alla scultura L’Estasi di Santa Teresa che impreziosisce la cima della scultura. Un’opera che ha colpito i giurati tanto da guadagnarsi anche il premio della critica giornalistica di Pastry Magazine.

2 posto Italia Manuela Taddeo2019

Terzo posto al Perù e alla scultura di Monica Muñante, con una notevole rappresentazione di Machu Picchu impreziosito da scene di manufatti, tessuti e feste della tradizione Inca (oltre naturalmente all’immancabile lama).

3 posto Peri Monica Munante2019

Alla Cina, che si presentava con una spettacolare torta di matrimonio, il premio speciale “Live Decoration”.

17 erano le squadre in gara, provenienti da tutti i 4 continenti, Africa e Australia comprese. A giudicare le opere una giuria di 6 esperti internazionali.

I pasticceri, o meglio gli artisti, si sono cimentati in tre prove: la prima, è stata quella della Torta da Esposizione, ovvero un concept elaborato precedentemente e presentato in esclusiva per i Campionati Mondiali, il cui tema doveva essere le tradizioni del proprio Paese. La seconda era invece la Torta da Degustazione, dove quindi il lato artistico doveva bilanciarsi con il gusto. Infine, il pezzo forte: la riproduzione, in scala minore, della torta da esposizione.