Una torta per...

A cosa serve una torta?
Se ci piazziamo un pò di candeline sopra allora servirà a festeggiare un compleanno.
Se sarà una torta a più piani con pupazzetti su in cima allora molto probabilmente servirà a suggellare un amore nel giorno più bello, quello del matrimonio.
Se ci troviamo dinanzi ad una torta al cioccolato a forma di cuore allora forse siamo a San Valentino e il dono sarà un dolce pensiero.
Anche i battesimi hanno la loro torta, così come le feste di laurea, le celebrazioni religiose.
Oggi la torta è diventata anche altro. E' diventata un modo per stupire. E' successo l'altro giorno nella redazione nella quale lavoro.
Il fatto è questo, statemi a sentire: di buon mattino arriva una telefonata: "Buongiorno, vi chiamavamo per avvisarvi che oggi arriverà una scatola per voi, per tutta la redazione!" Noi abbiamo aspettato e quel qualcosa è arrivato.
Era una piccola opera d'arte, era una torta, ma non una torta qualsiasi, bensì una torta speciale. Era un'opera d'architettura, una meta turistica, una riproduzione in scala di un posto dove tante di noi sono state anche senza esserci andate veramente, magari a colazione. Era l'edificio di Tiffany sulla 5ta strada a New York!
Eh già! e dinanzi a quella torta di biscotto, perfetta e con le bandiere (quasi) sventolanti l'intera redazione esclamava: "ohhhhhhh!"
A cosa serviva quella torta? Oltre a farci fare ohhhhhh, naturalmente!
Quella torta serviva come bigliettino da visita, come comunicato stampa, come invito ad un evento Tiffany.
Quante cose può essere una torta! Ma quante torte ci avrebbero fatto esclamare: "ohhhhhhh!"?!
Doveva essere una torta speciale, una torta bella e buona.
Quante cose può essere una bella torta.
Una bella torta può essere persino il miglior modo per fare del marketing.
Io ho avuto voglia di un cappello a falde larghe e occhiali scuri, immaginandomi una gigantesca Audrey Hepburn dinanzi a delle minuscole, dolci vestrine.
La redazione ha sentitamente ringraziato e mangiato.