La tsunami cake o pull-me-up-cake: torta di tendenza per golosi e non solo

tsunami-cake-cosa-sono

La prima volta che ci siamo imbattute in questa torta abbiamo sognato poi di tuffarci in una glassa morbida, liscia, liquida tanto da essere coperte da una ondata di golosità.

In realtà era un vero e proprio rifacimento di un barattolo di #Nutella, con una copertura che esplodeva all'improvviso ed affascinava sia la visione che le papille gustative.

@nayanecapistrano

Curiose come siamo abbiamo fatto una ricognizione sui social, a partire da tik tok (dove in poco tempo la bolo tsunami cake ha avuto migliaia di visualizzazioni) per poi approdare agli altri e verificare che erano diventate un vero e proprio trend. 

Pare che la prima ad avere l'idea sia stata la pasticcera brasiliana Nayane Capistrano, anche se l'Huffington Post ne attribuisce la paternità ai pasticceri Portoghesi. Di certo la tsunami cake sta facendo velocemente il giro del mondo perchè nonostante l'effetto spettacolare è molto semplice da fare e richiede più che altro una grande capacità creativa. 

@nayanecapistrano

Ma perchè ha un nome così evocativo di sfortune? Di solito associamo lo tsunami ad un vero e proprio disastro naturale, a quell'onda gigantesca che colpisce le coste dopo un terremoto. In Giappone, invece, il termine "tsunami" indica "un'onda marina di grande altezza ed estensione, estremamente carica di energia" e proprio l'energia golosa sprigionata da questa ondata di glassa morbida rimanda ad una scenografia ogni volta unica. 

In realtà le torte sono chiamate anche #pullmeupcake, per chi volesse cercare idee e immagini in rete, e il loro successo è dovuto anche alla possibilità di farle in casa, utilizzando creme pasticcere o al cioccolato, chantilly, diplomatica, crema al mascarpone. Il segreto è renderle lisce, scivolose, più liquide rispetto alle farce. 

@nayanecapistrano

Noi proviamo a dare delle indicazioni di massima, anche se ovviamente un pasticcere professionista riuscirà a dare quel tocco in più che serve all'effetto wow come lo definiamo. 

La base : Va bene tutto, nel senso di una base di pan di spagna che sia o meno farcito, oppure una base per cheesecake o anche una torta a piani. Il segreto è nell'altezza poichè deve sostenere la colata di crema. Insomma almeno 20 cm. 

La colata : Come già detto  è necessario che sia liscia, molto liscia, morbida perchè deve scivolare sui fianchi del dolce. Qualsiasi crema va bene, dipende dal gusto personale, aggiungendo secondo il gusto personale gocce di cioccolato, stelline, meringhette, confettini. L'impatto sarà meraviglioso. 

E' suggerita, per ottenere una glassa superliquida, l'aggiunta di amido di mais con latte.

La preparazione: Fatta la torta, la si avvolge con uno strato di acetato da tutti i lati. Ovviamente l'involucro dovrà essere più alto della torta per poterlo tirare verso l'alto. 

A questo punto c'è l'effetto magico. Si tira il foglio di plastica e la glassa cola, coprendo i laterali. 

@pauline_cake

 

(Un consiglio: utilizzate un piatto molto largo o un piano che regga lo spandimento della glassa. Non vorremmo istituire un blog per eliminare le macchie di cioccolato sulle tovaglie immacolate. Anche se qualche dritta la trovate qui!

@nayanecapistrano

Quale il segreto di queste torte? Secondo noi sono diventate così popolari perchè richiamano il desiderio di ogni bambino, e non solo, di vedere come  si realizza una magia. 

Sono l'ideale per le feste di compleanno Disney, per come rendono i vestiti delle principesse o richiamano l'infanzia per l'esplosione di fruttini, caramelle, cioccolata, meringhette. Si può abbinare tutto quel che si desidera in questo anno dedicato alla cucina, in cui manualità, pazienza e creatività l'hanno fatta da padrone. 

@nayanecapistrano

Sarà una torta di tendenza anche in Italia? Noi siamo sicure di si, come il caffè dalgona e i cereali pancake che spopolano sui social. Aspettiamo i vostri esperimenti perchè noi abbiamo già messo in lista queste magnifiche cakes: mandateceli via mail o sui social e noi saremo felici di condividerli...Sarà un bel vedere!

Le foto ed i video sono state selezionate su Instagram. Il nostro ringraziamento va agli autori che le rendono pubbliche.

La foto di copertina dell'articolo è di Nayane Capistrano