Inspired DressCake - Note

Le “Inspired DressCake” di Maria Antonietta Motta sono torte il cui design si lascia ispirare dal mondo dell’alta moda.

L’inspired DressCake Note, da me realizzata nel Luglio 2014, prende spunto dall’abito che ha aperto la collezione Haute couture presentata a Parigi, durante la settimana della moda nel gennaio 2014, da Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, direttori creativi di Maison Valentino.

La scelta del l’abito da cui trarre ispirazione

Musica e natura si incontrano sulla passerella di Valentino Haute Couture dove le protagoniste delle opere più celebri si alternano a ninfe vestite di veli trasparenti e fiori.

L’abito scelto è proprio l’abito di apertura della sfilata:
Lo show infatti si apre sulle note de La Traviata di Verdi e con un abito che eloquentemente ripropone proprio lo spartito dell'opera stampato sulla gonna trasparente.

Quest’abito è stato inoltre reso famoso da Katy Perry, che l'ha indossato in occasione dei Grammy Awards, per poi essere scelto come abito da sposa da Marica Pellegrinelli, in occasione delle sue nozze con Eros Ramazzotti, apportando però delle modifiche rispetto al modello originale.

inspired DressCake Note 02

Dall’incanto delle sfilate alla DressCake

L’abito scelto è dunque un “robe de Bal” in tulle color pergamena, dalle proporzioni ben definite, con bustier drappeggiato e gonna lunga in tulle stampato con lo spartito della Traviata e impreziosita da fili di argento, che lascia le gambe in trasparenza, dalla linea molto semplice, se pur sempre ricercata.

Il progetto che ho sviluppato è pertanto di due piani.

Confesso che la continua sperimentazione della waferpaper, che utilizzo da più di un anno, mi ha facilitato nella realizzazione di questa Inspired DressCake.
Avevo infatti avevo appena acquistato una stampante InkJet con inchiostri edibili e quale occasione migliore per testarla? 

La gonna è realizzata proprio stampando un’immagine creata con un programma di editing grafico con il quale, ho prima acquisito un’immagine di uno spartito musicale, l’ho ridimensionata e calibrata per poi stamparla.

inspired DressCake Note 03

La gonna però era impreziosita da fili di argento, per cui a parte, ho colorato una piccola porzione di waferpaper con il colore argento, ottenuto mescolando il pigmento edibile in polvere con alcool puro 95°, ne ho tagliato striscioline di circa 1 mm e poi le ho applicate sulla stampa aiutandomi con un pennellino imbevuto con acqua.

inspired DressCake Note 04

Per realizzare il piano superiore, e quindi il bustier drappeggiato, ho tagliato striscioline di wafer Paper di circa 5 mm che ho poi incollato su una porzione di Wafer paper tagliata a misura.

Le ho poi incollate sovrapponendole l’una all’altra aiutandomi sempre e solo con un pennellino imbevuto con acqua.

inspired DressCake Note 05


Ho deciso poi di impreziosire e personalizzare la mia Inspired DressCake realizzando una decorazione che ricorda un fiore e che, nella forma dei petali, prende spunto dai volants presenti sulle spalle nell’abito originale.

Una volta ritagliati i singoli petali li ho assemblati, sommati con la sola acqua. Per incurvare leggermente i petali ho utilizzato il vapore acqueo.

Al centro, per enfatizzare e creare un gioco di luci ed ombre, ho spennellato colorante alimentare in gel nero puro e argento ottenuto diluendo il pigmento edibile in polvere con alcool puro 95°.

inspired DressCake Note 06  

Non resta che assemblare i vari elementi e “vestire” la torta.

Se pur non edibile, penso sempre ad una ipotetica e futura fattibilità e commestibilità delle mie creazioni: pertanto i dummies di polistirolo che ho utilizzato vengono ricoperti entrambi, in questo caso, di pasta di zucchero avorio; un bravo pasticciere potrebbe realizzare al posto dei dummies eccellenti supporti edibili “haute couture”!

inspired DressCake Note