Gic 2015 - Coppa Italia della Pasticceria Artistica

Manca ormai poco meno di un mese alla chiusura delle iscrizioni per il Glamour Italian Cakes - Sigep Rimini 2015, uno dei più ambiti concorsi dedicati al Cake Design ed alla Pasticceria Artistica in Italia.

E' il cinema il protagonista di questa edizione della Coppa Italia della Pasticceria Artistica, la competizione indetta ogni anno da Pasticceria Internazionale e Tervi in collaborazione con Conpait, Rimini Fiera e Ifse.

Partecipare è semplice. Non ci sono quote di iscrizione, e non è obbligatorio essere iscritti alla Conpait o ad altra assoziazione di categoria.
Non è neppure necessario essere un pasticcere/cake designer a tutto tondo, perché è possibile partecipare in coppia, e quindi concentrarsi esclusivamente su una sola parte del lavoro (preparazione delle basi e dei decori).

La preselezione avverrà sulla base del progetto di ogni concorrente o coppia di concorrenti, che dovrà inviare un collage fotografico della torta, e che sarà poi valutata da una prima giuria tecnica.

giuria-online-gic2015

La torta con cui si partecipa alla selezione dovrà essere una dummycake. La giuria sceglierà fino a 25 opere, che passando questa prima selezione potranno essere esposte durante il Forum della Decorazione ed essere votate dai visitatori del Sigep.

L'occasione più ghiotta (è proprio il caso di dirlo) sarà però per i primi 10 classificati, che infatti avranno la possibilità di partecipare alla competizione dal vivo del 19 Gennaio 2015 ed ambire alla Coppa.

risultati-prima-selezione-gic2015

La torta per la degustazione dovrà essere realizzata e decorata in 4 ore, ed una seconda giuria tecnica valuterà quindi il dolce da tutti i punti di vista: quello del gusto, del taglio, dell'estetica, dell'attinenza al tema, e dovrà paragonarlo a quello statico che è in esposizione.

giuria-tecnica-gic2015

Per i dettagli, ad esempio le dimensioni delle torte, le attrezzature, l'organizzazione pratica della gara, rimando al regolamento ufficiale.
Alla pagina facebook del Glamour è possibile sia ammirare le opere candidate che le biografie dei grandi artisti che sono stati scelti per le due giurie.

 

Ogni anno la Coppa Italia della Pasticceria Artistica - Glamour Italian Cakes cerca di costruire un dialogo costruttivo tra il mondo della pasticceria e quello della decorazione.

In particolare quest'anno il passo in più che cercherà di fare sarà legato a due aspetti, che credo debbano essere tenuti in considerazione da chi intende partecipare.

Da una parte il concetto di cosa è il "Cake Design" e la decorazione dei dolci nella nostra tradizione. Infatti la decorazione di un dolce è qualcosa che può essere fatta con tantissimi elementi e tantissime tecniche: cioccolato plastico, pasta di zucchero, gumpaste, ghiaccia reale, isomalto, cioccolato, pittura, panna, ostia... e dolce stesso. E' un argomento che ho avuto già modo di trattare più volte, l'ultima meno di una settimana fa a proposito della trasmissione "Il più grande Pasticcere"

 biscuit-laura-saporiti
Uno dei lavori di Laura Saporiti

Dall'altra quello legato alla vendibilità del dolce ed alla sua commerciabilità. Questo è infatti un tema molto caldo, e lo sarà sempre di più per tutto il 2015 (avrò occasione di scriverne ancora).

Ormai l'assioma "bello ma buono" è più che confermato.

taglio-urbini
La torta vincitrice della Coppa Italia 2014 - Paolo Santilli e Valentina Pizzingrillo Urbini

Ora c'è un altra teoria che va affrontata: "bello ma realizzabile". E per "realizzabile" non si intende solo che è possibile replicare un'opera statica in dummy su torta vera (quasi nulla è impossibile, grazie all'inventiva), ma che possa essere replicata nella sua interezza e bellezza in tempi tecnicamente giusti per poter poi essere prodotta, apprezzata, venduta, acquistata e mangiata.

Chi mi conosce sa che ho avuto l'onore e l'onere di essere stata per due anni nella giuria tecnica degustativa del Glamour.
Ho avuto quindi il privilegio di poter contribuire attivamente al dialogo, cercando di portare avanti alcuni principi e modi di pensare di chi ama la decorazione e vuole poter "osare". Si stanno cercando i punti di incontro tra due mondi che fino a tre anni fa sembravano incompatibili, e che invece oggi coninciano a lavorare in sinergia: quello più artistico dei cake designer e quello pragmatico dei pasticceri.

E' anche grazie a questo dialogo se oggi possiamo vedere vere e proprie opere d'arte nelle vetrine delle nostre pasticcerie: frutto della collaborazione tra le conoscenze tecniche, l'esperienza e la creatività di chi ogni giorno svolge questo lavoro.


Quest'anno non indosserò la divisa da giudice, e potrò quindi confrontarmi e dialogare con i concorrenti, con il pubblico e con l'organizzazione molto più attivamente e liberamente, raccogliendo opinioni e cercando di capire la direzione che sta prendendo il Cake Design in Italia.

Gennaio è dietro l'angolo. Ci vediamo al Sigep Rimini, dal 17 al 21 Gennaio 2015.