Gelato di (cake) design

Sarà Scipione, sarà Caronte, sarà Minosse. Sarà la canicola e quindi la temperatura, sarà che è il caso di mangiare poco e di mangiare fresco, sarà che il solo pensiero di accendere il forno mi fa venire le vampate, ma io mi butto sul gelato!
E' fresco, è nutriente, è buono, ed è di design! Anche di cake design!
Già, perché niente da più soddisfazione nelle giornate calde di un bel gelato! E se proprio il caldo non ci fa respirare, allora, ecco che anche un bel ghiacciolo sembra quasi un miraggio come un'oasi in mezzo ad un deserto.
E gelato sia! Si, tuffiamoci nel gelato e il verbo non è usato a caso! Provate ad immaginare una vaschetta di gelato blu come le onde del mare, poi immaginate di prendere della pasta di zucchero e di fare piccoli modellini di bagnanti con tanto di salvagente, pinne, fucile ed occhiali. L'avete immaginato? Bhè qualcuno l'ha già realizzato. 
E' Giulia Cristiani, in arte Kikka. I suoi modellini nuotano e qualche volta affogano, ma come direbbe il poeta: il naufragar m'è dolce in questo mar...
copertina-dolci-tentazioniEd in questo dolce naufragio vi potrete cimentare anche voi per stupire i vostri bambini o i vostri ospiti, che resteranno letteralmente senza parole dinanzi alle vostre coppe di gelato. E' tutto spiegato nel numero di questo mese di Dolci Tentazioni! L'idea del progetto di Kikka, ma soprattutto la fase di realizzazione con un tutorial dettagliato in ogni suo passo ed una volta che vi sarà chiaro come fare i vostri pupazzetti allora potreste anche crearne ad hoc, dando vita a nuove scenette di tipo balneare. Dolci Tentazioni a quel punto vi servirà solo per aprire le porte alla vostra creatività e che bello avere a portata di mano una rivista così?! Meglio di tutte le riviste di gossip che leggiamo sotto l'ombrellone!
Se, poi, siete di quelli che al gelato preferisce ancora la torta, accontentiamo anche voi con le mini torte che vanno sullo stecco e che si mangiano fresche! Ma come si mangiano? Le tirate su con un sistema di push up. Anche stavolta la fonte d'ispirazione arriva da Dolci Tentazioni. Per i gusti e gli ingredienti siete liberi di scegliere quello che più vi aggrada. Io in questo momento opterei per qualche semifreddo o frutta.
E per chi vuole concedersi un dolce brivido freddo con meno calorie, si potrebbe optare per un bel ghiacciolo, ma bello però, perché da queste parti, ormai, noi siamo abituate al fatto che anche l'occhio vuole la sua parte, persino se perliamo solo di ghiaccioli! Perchè il gusto fa tanto, ma potrebbe anche non bastare ed allora importanti diventano le forme.

our products quick pop makerCon Zoku Quick Pop Maker potrete facilmente risolvere i problemi di monogusto, mischiando e creando come più vi piace. In poche mosse ed in pochi minuti potrete ottenere, con questa macchina per ghiaccioli, gelati multicolori, plurigusto e con forme divertenti e bizzarre. In Italia lo trovate distribuito da K.U.N.Z.I S.p.a. per 40 euro, euro più euro meno. E con le forme potete sbizzarrirvi ancora di più, se su internet avrete la pazienza di cercare gli stampi più curiosi. Con i Cuisipro Sailboat Pop Mold potrete creare ghiaccioli a forma di barca a vela, mentre sul sito di Uncommon Goods potrete trovare formine che ricoradano i robot o piccole forme di iceberg e se non è ghiaccio questo?! 
 
Johnny-Hermann
Persino Ikea si è lanciata nel mondo degli stampini, creando Chosigt, che non dovrete nemmeno montare come è tradizione per i famosi mobili. Magari con forme più tradizionali, del resto un certo design deve saper essere essenziale.

E certi ghiaccioli diventano persino opere d'arte. Sono i ghiaccioli di legno di Mauro Savoldi, in arte Johnny Hermann, ma attenzione a non addentarli.
Come dire: mai mettere limiti alla provvidenza e alla fantasia!